10 Dicembre 2018

Lo shuttle atterra alla Sapienza

Oggi venerdì 23 settembre alle 12.45, presso l’aula magna dell’Università La Sapienza di Roma, gli studenti dell’ateneo insieme ai ragazzi delle scuole avranno la possibilità di incontrare gli equipaggi della missione Shuttle e della Stazione spaziale.
Gli astronauti dell’agenzia americana Nasa e di quella europea Esa, si presenteranno in perfetta tenuta spaziale nell’ambito del tour europeo che li vede protagonisti.
L’equipaggio è composto dalla statunitense Catherine Coleman e dall’italiano Paolo Nespoli, che hanno viaggiato sulla Soyuz, e dagli statunitensi Gregory Harold Johnson e Andrei Jay Feustel. Sono stati proprio Johnson e Feustel, che con la loro penultima missione Shuttle, hanno portato sulla Stazione spaziale internazionale l’Alpha Magnetic Spectrometer (AMS), il più grande e complesso strumento scientifico a bordo. AMS è un rivelatore di raggi cosmici all’avanguardia, progettato per analizzare direttamente nello spazio proprietà fondamentali della materia e per studiare l’origine dell’universo. Grazie a 15 anni di collaborazione tra una sessantina di scienziati dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (fra i quali un gruppo di ricercatori di Roma Sapienza) e l’Agenzia Spaziale Italiana, è stato possibile realizzare in Italia alcuni sofisticati e innovativi strumenti di cui è composto AMS.
Nel corso dell’evento gli studenti assisteranno alla proiezione di immagini e filmati realizzati proprio in questa penultima missione, avvenuta il maggio scorso ed avranno modo di porre i loro quesiti agli ospiti ed i loro dubbi, colmando cosi in parte la curiosità per l’infinito cosmo che da sempre ammalia ed incute timore a tutti noi.

 
Ars Media Group srl Via Orvinio, 2 - 00199 Roma P.I. 08369891000