14 Agosto 2018

Luglio suonerà bene. All’Auditorium

Luglio suona bene" 2011 — dal 23 giugno al 2 agosto prossimi — è stata presentata nella sala ospiti dello stesso Auditorium dal presidente e dall’amministratore delegato di Musica per Roma, Aurelio Regina e Carlo Fuortes, con il sindaco Gianni Alemanno, l’assessore capitolino alla Cultura Dino Gasperini e il presidente dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Bruno Cagli.
 
Più di trenta tra concerti e spettacoli, nomi leggendari (Lou Reed, Sting, Elton John, Joe Cocker, Ricky Martin, Burt Bacharach, George Benson, Ringo Starr, Chicago…), la bellezza della cavea con la sua eccellente acustica, la possibilità di ascoltare a pochi metri dal palco: questi gli ingredienti principali di uno degli appuntamenti più apprezzati tra quelli che animano le notti estive della Capitale.
 
Come sempre, "Luglio suona bene" dà spazio alla qualità musicale senza confini di genere, ospitando icone del rock, del pop, della world music e del jazz. Tra novità e ritorni, da citare almeno Cyndi Lauper, Buena Vista Social Club, John Mayall, Manhattan Transfer, John Mellencamp, Caro Emerald e le tre serate jazzistiche: Brad Mehldau e Joshua Redman, Stefano Di Battista Quintet e "Tea fot 3" (Dave Douglas, Enrico Rava, Avishai Cohen, Uri Caine, Linda Oh, Clarence Penn).
 
Spazio anche alle sperimentazioni elettroniche con un festival nel festival, "MIT — Meet In Town", due giorni per dare voce alle ultime tendenze e ai relativi interpreti: Primal Scream, Apparat, Modeselektor, Lamb, Cocorosie, Zero 7, Kode 9 and the Spaceape, Gold Panda, Prins Thomas, Fuck Buttons, Pathosformel + Port-Royal…
 
Cospicua la presenza degli italiani, che fanno la parte del leone a fine giugno — dopo l’Orchestra di Piazza Vittorio, che apre la rassegna il 23, il calendario sciorina i nomi di Raphael Gualazzi, i Pooh, Roberto Vecchioni e La Notte della Taranta con Ludovico Einaudi —, proseguono a luglio — con Gino Paoli e il suo "Incontro in jazz" con Flavio Boltro, Danilo Rea, Rosario Bonaccorso e Roberto Gatto; e con Mario Biondi e la sua Big Orchestra — e chiudono i primi d’agosto con Stefano Bollani e Giovanni Allevi.
 
Sul palco della cavea, anche l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con tre concerti: "I Canti che hanno fatto l’Italia, dall’Indipendenza all’Unità fino alla Grande Guerra" (orchestra, coro e coro di voci bianche dell’Accademia con la Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri); i "Carmina Burana" di Carl Orff (con il coro e i percussionisti dell’Accademia); e un "Concerto con dedica" in cui salirà sul podio Ennio Morricone.
 
Ars Media Group srl Via Orvinio, 2 - 00199 Roma P.I. 08369891000