14 Agosto 2018

Il design più prezioso

ll Cooper-Hewitt, museo nazionale del design di New York, presenta fino al 5 giugno 2011, una mostra dedicata a una delle case di gioielli più importanti del mondo, la Van Cleef & Arpels. La maison nata nel 1906 a Parigi in Place Vendôme dalla creatività di Salomon Arpels e Alfred Van Cleef ha da subito fatto della capacità dei suoi maestri artigiani, soprannominati "Mains d'Or", un eccezionale biglietto da visita.
 
Una reputazione aumentata sempre più da ordini speciali per una clientela illustre e celebrità e dalle lavorazioni eccezionali. Prima tra tutte la Serti Mystérieux: una tecnica che rende invisible l'incastonatura, esalta al massimo le pietre e consente la lavorazione di gioielli tridimensionali. Nella mostra si possono vedere alcuni capolavori realizzati con questa tecnica come la spilla "Pivoine" del 1937 e l'anello "Boule" del 1959, o la strepitosa miniatura di uno yacht. Spettacolari i gioielli trasformabili, come quello a forma di uccello le cui ali diventano orecchini e la coda spilla. O il collier "Zip" che grazie a una lussuosa chiusura lampo diventa bracciale. Questo gioiello è stato commissionato dalla duchessa di Windsor, abituata a ricevere in dono dal marito Edoardo VIII gioielli preziosissimi. Ma il modello voluto da Wallis era talmente difficile da realizzare che ci sono voluti quasi 20 anni perché fosse ultimato! Non si tratta però dell'unico capolavoro appartenuto a una celebrità presente alla mostra: da vedere assolutamente la tiara e la parure di fidanzamento della principessa Grace Kelly, gli orecchini con ametiste (viola come i suoi occhi) appartenuti a Elisabeth Taylor, un collier di Evita Peron e il celebre bracciale "Jarretière" di Marlene Dietrich.
 
Infine la mostra svela i gioielli dal gusto esotico, come quelli della linea "Egittomania" nati dopo la scoperta della tomba di Tutankhamon negli anni '20, quelli in stile indiano, cinese e giapponese e le minaudières, porta soldi, fazzoletto, sigarette, cipria...
Ars Media Group srl Via Orvinio, 2 - 00199 Roma P.I. 08369891000