19 Ottobre 2018

Un milanese a Roma ha paura del razzismo

Luca sul lettino dello psicanalista ed è lì che le sue fobie prendono forma, diventano realtà, una realtà surreale e ironica, amplificata ed esilarante.

La webserie prodotta da Repubblica e Cattleya, con protagonista Luca Ravenna: dai piccioni alla morte al razzismo, sul lettino dell'analista le paure (tutte da ridere) diventano realtà.

Vi proponiamo quella sul razzismo e xenofobia, per passare 5 minuti sorridendo sulle nostre paure.

C'è da dire che la storia non è originale, ma è ispirata ad un bellissimo film degli anni '70 di M.Von Peebles che si chiamava "Watermelon Man", in Italia "L'uomo caffellatte". Anche se repubblica.it non lo dichiara, merita comunque di essere visto, sia il corto che il film.

Per vederlo clicca qui

Cattleya, che ha prodotto serie televisive di respiro internazionale come Romanzo criminale e Gomorra e oltre sessanta lungometraggi (il più recente Suburra di Stefano Sollima, in questi giorni nelle sale) con Non c'è problema e Connessioni si misura per la prima volta con il web e le sue opportunità. "Da un po' pensavamo all'esplorazione di nuovi format - racconta il fondatore di Cattleya, Riccardo Tozzi - le storie le avevamo ma ci serviva il partner ideale. 

Con Repubblica iniziamo una collaborazione proficua e soprattutto innovativa all'interno del panorama produttivo italiano". 

Un nuovo linguaggio, quello della fiction, che si aggiunge "a quelli con cui da sempre Repubblica racconta la società - spiega Pier Paolo Cervi, direttore generale Divisione digitale del Gruppo Espresso - e un prodotto interamente pensato e realizzato per il web ma capace di esprimere un livello qualitativo cinematografico".
Ars Media Group srl Via Orvinio, 2 - 00199 Roma P.I. 08369891000